Cos’è la calibrazione medica?

La calibrazione medica fa riferimento al processo di regolazione dei display medicali in base a degli standard normativi. La calibrazione medica è essenziale per garantire la qualità di un display medicale nel tempo e per assicurare che le immagini siano visualizzate allo stesso modo su vari display. È inoltre necessaria per ottenere le certificazioni mediche obbligatorie.

Calibrazione DICOM

Lo standard più usato per la calibrazione dei display medicali è lo standard DICOM GSDF. Questo standard sanitario definisce il modo in cui le immagini radiologiche in scala di grigi devono essere visualizzate e offre linee guida sulla calibrazione dei display e sul controllo qualità. Lo standard DICOM al momento fa riferimento esclusivamente alle immagini mediche in scala di grigi. Tuttavia, è in fase di sviluppo uno standard per la visualizzazione delle immagini mediche a colori.

Automazione della calibrazione

In conseguenza del consolidamento ospedaliero, quando cioè un ospedale è diffuso in più strutture e in più aree geografiche, l’automazione della calibrazione medica è preferibile. I produttori di display medicali offrono display dotati di software in grado di automatizzare la conformità agli standard locali. Significa che la calibrazione di un intero set di display medicali può essere fatta da un’unica postazione centrale, consentendo di risparmiare molto tempo agli amministratori PACS e del controllo qualità che si occupano del controllo qualità delle workstation mediche in un ospedale.

Conclusioni

I dispositivi usati nel settore sanitario devono essere conformi a normative stringenti. La calibrazione medica fa riferimento al processo di calibrazione dei dispositivi medicali, come i display per radiologia, in base a specifici standard medici per garantirne la precisione.


Ti interessa altro?

Scopri il nostro portafoglio completo per l’imaging diagnostico qui.