Videowall

Le soluzioni videowall di Barco rappresentano la più alta qualità disponibile sul mercato. Con un’offerta di diverse tecnologie (LCD, retroproiezione a LED e retroproiezione a laser RGB), dimensioni e risoluzioni, il nostro portfolio comprende la soluzione perfetta per le ogni esigenza. Il nostro software dedicato, ed una vasta gamma di servizi professionali, fanno si che tu ottenga il meglio dal tuo videowall.

 

Videowall LCD

Display LCD Narrow-Bezel o Bezel-Less per applicazioni videowall modulari.

Videowall
LCD

LED Videowall

Display con tecnologia LED Direct View

Display con tecnologia LED Direct View per utilizzo indoor ad alta risoluzione per il massimo impatto.

Videowall
con tecnologia LED Direct View

Cubi a retroproiezione

Best-in-Class RPC per applicazioni critiche.

Cubi
a retroproiezione

Controller per videowall

Controller network-based per distribuire e visualizzare qualsiasi sorgente su qualsiasi display

Controller per
videowall

Che cos'è un videowall?

Un videowall (detto anche parete di display) è una grande superficie di visualizzazione composta da più display. Originariamente, consisteva in più apparecchi televisivi o monitor che venivano disposti uno vicino all'altro. L'obiettivo era quello di farla apparire come un'unica grande superficie di display. Il problema, tuttavia, era costituito dalla cornice (o telaio) di grandi dimensioni che circondava la superficie di visualizzazione di ogni televisore. Questa caratteristica snaturava l'effetto di una grande superficie di visualizzazione, degradando le prestazioni visive. Furono così introdotte nuove tecnologie al fine di ridurre al minimo le dimensioni dei bezel dei display. Le attuali soluzioni per videowall utilizzano in genere pannelli LCD modulari, cubi a retroproiezione o moduli Direct LED.

Queste superfici di visualizzazione sono disponibili in un'ampia gamma di dimensioni, con un diametro degli schermi in genere compreso tra 55" ed 80". La scelta delle dimensioni degli schermi dipende dal tipo di contenuti e dalla distanza di visualizzazione. Se la visione avviene a distanza ravvicinata, la densità dei pixel deve essere abbastanza elevata da non percepire i singoli pixel. La risoluzione è soggetta alle dimensioni del videowall. Ad esempio, un videowall 4K richiede 4 schermi Full HD in una configurazione 2 x 2.

In genere, le aree di applicazione comprendono sale di controllo, meeting room, digital signage ed altri ambienti di elevata complessità.

Sebbene ciascuna delle varie tecnologie disponibili abbia punti di forza molto specifici per rispondere alle specifiche esigenze degli utenti, tutte hanno in comune numerosi aspetti. Tutte:

  • Richiedono un controller per videowall per trasmettere i contenuti sugli schermi
  • Sono molto flessibili per quanto concerne le dimensioni (numero di display singoli)
  • Hanno bisogno di un meccanismo di calibrazione per garantire che tutti i singoli moduli abbiano le stesse impostazioni di luminosità e colore. La tecnologia di calibrazione automatica di Barco compie questa operazione in tempo reale, calibrando sia i singoli display sia l'intera parete
  • È necessario uno spazio minimo tra i moduli (o cornice ultrasottile) per contrastare l'effetto "raster".

Videowall LCD

Un videowall LCD è composto da più display LCD appositamente progettati. Al contrario dei pannelli usati nei set di televisori, questi display LCD hanno un telaio molto sottile. Questo riduce al minimo lo spazio tra i pannelli, facendolo apparire come un unico grande schermo. Nel corso degli anni, questo spazio è stato gradualmente ridotto. Oggi, Barco UniSee ha lo spazio più sottile del mercato.

I videowall LCD sono progettati per un uso intensivo e a lungo termine, spesso operanti in modalità 24 ore su 24, 7 giorni su 7, il che significa che raramente sono spenti. Vengono applicate specifiche contro misure per evitare gli effetti burn-in e permettere ai display di funzionare in condizioni ottimali per molti anni.

Tra i vantaggi tradizionali delle soluzioni videowall LCD vi sono l'elevata luminosità, una buona qualità delle immagini e il costo relativamente contenuto. Un altro vantaggio è rappresentato dalle esigenze limitate in fatto di spazio. Gli svantaggi sono rappresentati dal rischio di effetti burn-in e dalla durata inferiore. Con i modelli più recenti, questi aspetti negativi sono stati tuttavia ridotti.

Tra i mercati tipici per le pareti di display LCD vi sono le sale riunione e i centri di crisi, le entrance hall di edifici e gli experience center. Possono inoltre essere installate in sale di controllo del traffico e centri per la sicurezza.

Videowall a LED utilizzato nelle sale di controllo

Videowall LED

La tecnologia LED Direct View consente di creare videowall d'effetto molto luminosi che spesso vengono usati non solo come strumenti di informazione o collaborazione, ma per fare colpo sugli spettatori. Ad esempio, vengono utilizzati videowall LED negli ambienti di vendita al dettaglio e pubblicità, durante spettacoli e performance dal vivo. Con il recente calo dei prezzi dei videowall a LED, questi display sono ora alla portata della maggior parte delle imprese, che li utilizzano nelle sale di controllo o nelle hall aziendali. I moduli di display LED sono composti da moltissimi LED individuali composti da singoli a colori. Il passo pixel determina la distanza di visualizzazione, può essere abbastanza ampio quando vengono guardati da lontano (ad esempio, nelle performance dal vivo) oppure molto piccolo (ad esempio nelle sale di controllo o nelle hall).

L'elevata luminosità, l'assenza di spazi tra i moduli e i colori sensazionali sono i principali vantaggi della tecnologia LED Direct View. Anche la profondità e il peso contenuti possono risultare determinati in alcuni ambienti.

Videowall a retroproiezione

I videowall a retroproiezione, che impiegano la proiezione anziché la tecnologia LCD o LED Direct View, sono destinati ad applicazioni differenti. Vengono usati principalmente nelle sale di controllo operative per 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. I fornitori di servizi di utilità, ad esempio, fanno in genere affidamento sulla tecnologia della retroproiezione per il monitoraggio della propria rete.

Un videowall a retroproiezione è composto da più cubi dotati di un proiettore e uno schermo. I proiettori sono rivolti verso l'alto. Uno specchio posto a un'angolazione di 45° riflette poi l'immagine e la proietta sullo schermo. In questo modo, la profondità necessaria risulta notevolmente ridotta. Ad esempio, la serie OverView ODLF di Barco richiede una profondità di 60 cm. Questo videowall può inoltre essere manutenuto dall'anteriore e pertanto non richiede un ulteriori spazio posteriore.

I vantaggi di questa tecnologia comprendono una durata estremamente elevata, l'assenza di effetti burn-in ed un bezel ridotto tra i cubi.

Fattori che determinano il prezzo del videowall

Il costo è uno dei principali fattori che contribuiscono alla scelta di videowall. Quando si calcola il costo del videowall, occorre tenere conto di un vasto numero di fattori. Ecco i principali:

  • Tecnologia: esistono 3 principali tecnologie di videowall (descritte sopra), tutte con i loro vantaggi specifici e specifici target price. Storicamente, l'LCD narrow-bezel è l'opzione più economica, seguita dai cubi a retro-proiezione e dai ledwall. La costante riduzione per le soluzioni con videowall a LED narrow pizel pitch ha introdotto questa tecnologia alla portata di tutte le aziende, in modo che anche i nuovi mercati (comprese le sale di controllo, le lobby aziendali, gli studi televisivi, ecc.) possano trarre vantaggio dai LED.
  • Dimensione: l'aspetto interessante dei videowall sta nel fatto che sono modulari, quindi assumono le dimensioni e le proporzioni desiderate. Ma non dovrebbe sorprendere che i videowall di grandi dimensioni costino più di quelli piccoli. Non solo il prezzo dei pannelli fa aumentare i costi: i videowall di grandi dimensioni richiedono anche potenze di elaborazioni differenti per poter gestire le alte risoluzioni e quindi più controller grafici. Questo è un costo aggiuntivo significativo che non dovrebbe essere trascurato.
  • Supporti: Più pannelli ci sono, più pesante diventa il sistema videowall. Ciò pone requisiti aggiuntivi all'infrastruttura di supporto. Per le pareti a retro-proiezione tutto il carico poggia sul pavimento, un aspetto che raramente costituisce un problema. Per pareti LED e videowall LCD, è invece la parete portante a sostenere tutto il carico. Potrebbe essere necessario un supporto aggiuntivo per gestire lo scarico del peso.
  • Total cost of ownership (TCO): l'investimento iniziale è ovviamente il costo più importante, ma occorre tenere in considerazione anche i costi operativi. Tra questi, vi sono il costo per l'elettricità e i materiali di consumo (come filtri, ventole di raffreddamento). I videowall Barco sono progettati per essere quanto più cost-effective e sono realizzati con il minor numero possibile di parti in movimento (suscettibili ad usura).
  • Servizi e costi di riparazione: anche i videowall di alta qualità possono presentare qualche problema. Questi possono essere di lieve entità o gravi: in ogni caso hanno un costo. Per il settore finanziario, la prevedibilità dei costi è molto importante. Ecco perché Barco offre una serie di pacchetti di servizi completi, garantendo tempi di fermo minimi ed un costo fisso.
Confronta i prodotti